sabato, marzo 11, 2006

Ma perchè?

14.30, dal sito Ansa...

Incidenti alla manifestazione dei centri sociali a Milano

Incendiati due negozi e diverse auto, sequestrati bastoni (ANSA)

MILANO, 11 MAR

Duri scontri alla manifestazione
antifascista - non autorizzata - dei centri sociali a Porta Venezia a Milano.
Duecento giovani a volto coperto e bastoni in pugno hanno ribaltato e incendiato
bidoni e lanciato pietre contro la polizia. A fuoco un'edicola, un negozio e
alcune auto. Mentre le forze dell'ordine cercavano di disperdere i manifestati,
e' esplosa la rabbia della folla contro gli antagonisti. La polizia e' riuscita
a stento a salvarli dal linciaggio.

Non mi chiedo perchè...tanto ogniuno ha una risposta adatta all'occasione...ogniuno la pensa come vuole lui: per bloccare i fascisti, per spaccare la città, eccetra

Mi chiedo invece se per "disobbedire", per bloccare qualcuno che non si approva, per dimostrare ciò che si pensa sia necessario distruggere? no, meglio: mettere a (ferro e) fuoco una delle vie più importanti dal punto di vista commerciale di milano...
ah ma forse è per questo! Il consumismo e la globalizzazione del mercato, magari è proprio questo...
Ai tempi delle proteste in cui mio padre era liceale, o neo-universitario, si era soliti occupare i luoghi che avrebbero visto sfilare la manifestazione della corrente opposta...geniale idea...avranno preso da lì?

Al Regionale hanno fatto vedere solo alcune scene dello scontro, poi, soprattutto, i danni successivi...
Non so: mi sembra così incredibile la cosa che stentavo a crederci, o comunque non avrei mai immaginato una situazione come quella che è venuta a crearsi...
E' assurdo e estremamente stupido...veramente stupido, da deficienti (>>>).

6 Comments:

Blogger Ayurśana Purevdorj Gottberg said...

Non aggiungo altro, il fatto di oggi, benchè forse isolato, ha decisamente conseguenza gravi. Ma quello di cui più mi sconcerto è, di rimando, la reazione della folla, quella dei "normali cittadini", che per poco non ha linciato alcuni manifestanti. La rabbia di queste persone, che spronava le forze dell'ordine al grido "ammazzateli". Non saprei se è un meccanismo naturale in ogni situazione del genere, o c'è qualcosa di cui preoccuparsi. Ma un evento come questo non può essere stato provocato del tutto per caso. Nota come AL PARINI le cose hanno preso una certa piega, alcuni iniziano a pensare in un certo modo...coincidenza?

7:40 PM  
Anonymous guerrilla radio said...

Hanno urinato sul sangue partigiano,
insultato la memoria di che è caduto
sul suolo italiano per la conquista della nostre libertà:
http://guerrillaradio.iobloggo.com/archive.php?eid=1286

A questi porci travestiti da uomini dalla testa rapata (freschi di lobotomia?)
permettono di marciare...



guerrilla radio

5:10 PM  
Blogger Ricchettauz said...

Ah, ma nessuno quì sta difendendo quei fascisti...per l'amor del cielo
Solo, permettimi di dire che quanto successo in Buenos Aires non è un'azione di impedimento di un pensiero che non si condivide, ma esclusivamente un atto vandalico, distruttivo, che ha colpito più i proprietari delle macchine bruciate e dell'edicola che il manipolo di nazi-fascisti che la sua "manifestazione" l'ha fatta lo stesso.
Non puoi certo venirmi a dire che l'atto dimostrativo dei "disobbedienti" ha colpito in qualche modo i manifestanti...perchè non è così, anzi gli ha offerto un pretesto per criticare il vostro movimento, che, intendiamoci, non approvo neanch'io in queste occasioni.
Distruggere una cosa pubblica (e in questo caso anche privata) è segno di attaccamento a valori che non sono l'amor di patria o il ripetto per il sacrifio partigiano, ma esclusivamente atti di violenza senza che portano a riflettere solo sulla mancanza di RISPETTO di chi li ha compiuti.

6:47 PM  
Blogger Ricchettauz said...

Ho visto il link che hai proposto...
Benissimo, nulla da eccepire...
Se sono previste sanzioni reclusive, allora che siano atuate.
Ma anche i disobbedienti di Buenos Aires devono risponedere dei loro atti...e non possono rivendicare nessun diritto a fare quello che hanno fatto.
Se vogliamo sostenere quello che la legge afferma, dobbiamo farlo IN OGNI CASO (anche quando vorremmo modificarla)...
Non c'è giustificazione agli scontri di ieri.

In ogni caso, che ci piaccia o no, la Cstituzione garantisce il diritto di manifestare il proprio pensiero...
Che il prefetto abbia consentito la manofestazione può, anzi è, discutibile, ma non è certo una giustificazione...
La vendetta personale non è riconosciuta nel nostro ordinamento.

7:03 PM  
Anonymous Anonimo said...

learn about my first blog -

[url=http://trailfire.com/amoxil] amoxil 500 [/url]

http://trailfire.com/amoxil
[url=http://trailfire.com/amoxil] 875 amoxil mg [/url]

1:40 PM  
Anonymous Anonimo said...

learn about nice video site -

[url=http://www.young-dro.com/profiles/blogs/buy-cheap-hydrocodone] get hydrocodone [/url]

http://www.young-dro.com/profiles/blogs/buy-cheap-hydrocodone
[url=http://www.young-dro.com/profiles/blogs/buy-cheap-hydrocodone] buy hydrocodone online [/url]

1:26 PM  

Posta un commento

<< Home